ADBLOCK INDIVIDUATO / ADBLOCK DETECTED

Per favore, disabilita Adblock / Please disable Adblock

Clicca sull’icona Adblock del tuo browser

Clicca su Non attivare sulle pagine di questo dominio

Nella pagina successiva clicca su Escludi

L’icona di Adblock ora è diventata verde

Aggiornando la pagina ora potrai navigare liberamente su androidaba.com. Grazie! :D

Clicca sull’icona di AdBlock Plus del tuo browser

Clicca sul simolo blu affianco a Blocco pubblicità attivo

Ora clicca su Aggiorna e potrai navigare su androidaba.com :)

Una volta disattivato Adblock Plus l’icona diventerà di colore grigio

Grazie! :D

Ok, ho disabilitato Adblock / Ok, Adblock disabled

Greenify 4.3.2.0 beta – Iberna le app indesiderate e risparmia batteria

greenify

Greenify è una di quelle poche app che fanno davvero la differenza, migliorerà la durata della vostra batteria e, di conseguenza, il vostro stato umorale. L’efficacia di Greenify è ancora più evidente su dispositivi con ottime capacità hardware, i quali generalmente vengono rimpinzati con centinaia di app e sono in grado di tenerne molte in esecuzione. Scopriamo il perché di questa affermazione e qual’è il principio su cui si fonda Greenify.

Precisiamo subito che Greenify funziona su dispositivi con permessi di Root attivi e che hanno già installato Xposed Framework.

Come funziona Greenify?

Prima di addentrarci nel funzionamento di Greenify è d’obbligo rispondere a un’altra domanda: perché si arriva a malapena a fine giornata anche non usando intensamente uno smartphone? Semplice: un gran numero di applicazioni, oserei dire la maggior parte, non si limitano ad avviarsi alla nostra effettiva apertura e rimangono attive in background per i servizi di notifica, aggiornamento o altre funzioni. In soldoni, anche se non avete cliccato sull’icona per avviare un’app, questa o un suo servizio potrebbe già essere in esecuzione, compreso a schermo spento. In questo modo Android non va mai a dormire, anche se spegnete manualmente il display, e la batteria si consuma a vostra insaputa.

Ed è qui che interviene Greenify, bloccando, o meglio, ibernando le app a schermo spento e riattivandole alla nostra apertura. Così facendo saremo sicuri di usare le applicazioni solo quando ne abbiamo realmente bisogno ed eviteremo ingenti, quanto inutili, consumi.

Come usare Greenify?

Accidenti, se iberna le applicazioni sarà complicato utilizzarlo! Sbagliato. Greenify è talmente semplice che sembra di non averlo installato. Una volta aperto Greenify ci basterà premere il “+” in alto a destra per selezionare le app da ibernare divise in base all’impatto sul sistema (in esecuzione, avvio programmato e rallentamento dispositivo) e il gioco è fatto! Potremo ibernare immediatamente le app selezionate premendo “zzz”, la voce Iberna ora dal menu o il widget impostabile nella home, oppure lasciare che sia Greenify a fare il tutto una volta spento lo schermo del dispositivo.

Quali app ibernare con Greenify?

Come già detto, le app vengono divise in base al loro avvio automatico e all’esecuzione in background, quindi una prima scrematura è possibile grazie alla lista integrata. Bisogna fare attenzione a non ibernare le app da cui vogliamo ricevere notifiche, come WhatsApp, Facebook, Skype, Email e via dicendo; se le ibernassimo riceveremo le eventuali notifiche solamente dopo aver acceso lo schermo o aperto l’app (nel caso in cui avessimo ibernato le app da schermo acceso).

Funzioni avanzate di Greenify

Quello che vi abbiamo mostrato fino ad ora è il normale utilizzo dell’applicazione senza bisogno di particolari accorgimenti, ma se volessimo ottenere il massimo da Greenify? Chi segue i miei articoli ormai aspetta dalle prime righe l’uso di questo termine: root! Grazie all’ottenimento dei permessi di root potremo accedere a diverse funzioni in più che potremo trovare nella voce Funzioni sperimentali del menu. In particolare, Greenify presenta tre modalità operative:

  • No-Root: consente le funzioni base, più che soddisfacenti, compresa l’ibernazione automatica delle applicazioni a schermo spento (a patto di avere Android 4.1 o superiore, nessun blocco schermo e l’attivazione di accessibilità e amministrazione dispositivo nelle impostazioni di sistema).
  • Root: in questa modalità l’ibernazione automatica delle app non ha bisogno dei precedenti “compromessi”, ma richiede i permessi di root. Scopri tutto sul root e su come ottenerlo sul tuo dispositivo: Root: tutte le guide utili
  • Boost: come suggerisce il termine, il massimo che si può ottenere da Greenify, ma oltre ai permessi di root è necessario installare il firmware Xposed ed attivare Greenify come modulo. Scopri tutto su Xposed con questo articolo

Nella modalità Boost potremo prevenire totalmente la rimozione delle notifiche a seguito dell’ibernazione, scoprire ed eventualmente bloccare eventuali app che avviano le app ibernate da Greenify (scavalcandolo) e bloccare le app più ostinate. Acquistando la versione a pagamento, azione che incoraggio vivamente dati gli effetti straordinari di questa applicazione, potremo godere di ulteriori funzioni avanzate nella modalità Boost tra cui l’ibernazione di app di sistema.

***DOWNLOAD***

[PLAYSTORE]

[APK]

Fonte: https://www.androidpit.it

Non esitate ad esprimere il vostro parere nella sezione commenti qui in basso.

Se ti piace il nostro sito e vuoi contribuire a darci una mano, non esitare a offrirci un caffè o almeno visitaci senza Adblock 🙂

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Simone ha detto:

    Mmm…meglio Greenify o Doze? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *